Finalmente il centenario della nostra pasta madre è arrivato.

Eh sì perché è proprio nel 1918 che Nonna Chiara aprì le porte del nostro panificio,

creando la pasta madre che ancora oggi utilizziamo.

E’ passato un secolo da quella giornata in cui il primo pane Porta venne sfornato, da quella prima lievitazione lenta, da quel primo rinfresco.

Da allora sono successe tante cose, il mondo è cambiato, ma la cosa che ancora oggi ci lascia sgomenti è che quella pasta madre le ha viste tutte, ha conosciuto Nonno Peppino, ha visto un giovane Gianfranco prendere le redini del panificio di famiglia, Marcello impastare il suo primo coccoi, Pierpaolo sfornare il suo primo civraxiu, Claudio studiare la storia del pane a Gonnosfanadiga, il giovane Angelo passare da giovane a Maestro, Maria Chiara bambina impastare i biscotti con Nonna Rosetta (fondamentale punto di riferimento di tutta la famiglia), una squadra di collaboratori entrare a far parte della famiglia Porta contribuendo in maniera determinante alla crescita dell’azienda, ha insegnato al giovane Riccardo ad amare il mondo del pane, ha fatto emozionare migliaia di clienti, a Gonnosfanadiga e ormai da ogni parte del mondo.

Chissà se Nonna Chiara quella mattina sarà stata consapevole di quello che stava generando creando quella pasta madre, chissà se avrebbe mai pensato che dopo cento anni sarebbe stata ancora viva, chissà se aveva la consapevolezza della bellezza di ciò che stava facendo, della fortuna e della splendida responsabilità che stava lasciando in eredità.

Perché la pasta madre è per noi non solo un racconto del passato, ma soprattutto una visione di futuro, perché vogliamo che lei sopravviva a noi e ancora per tante centinaia di anni continui a farci essere produttori e consumatori consapevoli.

Proprio questa parola: “consapevolezza” sarà per noi il motivo con il quale celebreremo questo secolo di storia.

In questo 2018 vogliamo essere consapevoli.

Consapevoli della nostra storia di famiglia di panificatori artigiani

consapevoli che produrre bene è fondamentale per il nostro territorio 

consapevoli che il cibo è cultura

consapevoli che è necessario educare a una buona alimentazione

consapevoli che un mondo a lievitazione naturale è possibile

E questa consapevolezza vogliamo condividerla con tutti coloro che avranno piacere di partecipare alla lunga serie di eventi e giornate tematiche che porteremo avanti durante quest’anno, soprattutto verso i più giovani…

Ma per ora non sveleremo niente.

Per ora facciamo tanti auguri a voi, a tutti noi e alla mitica pasta madre di Nonna Chiara!

Che sia un anno di ricerca, studio, passione, artigianalità e consapevolezza!